[Salta il menu][L'elefantino con la matita, logo del sito]

Diodati.org | Accessibilità e traduzioni dal W3C      Leggi Omega Centauri!

03 Gli strumenti per vettorializzare

Cominciamo dunque il lavoro di vettorializzazione. Per prima cosa posizioniamo la nostra bitmap a 600 dpi al centro della pagina di CorelDRAW ed ingrandiamo la U della parola UNICEF, fino a farle occupare l'intera area visibile (diamo per scontato che chi legge questa guida possieda già le nozioni di base sull'uso dell'interfaccia del programma e sappia quindi ingrandire o rimpicciolire l'area di lavoro, sappia farla scorrere nelle quattro direzioni, sappia spostare e ridimensionare gli oggetti nonché salvare su disco le varie fasi del lavoro in corso).

A questo punto, selezioniamo con il tasto sinistro del mouse (o con la scorciatoia da tastiera F5) lo strumento che ci servirà per il disegno vettoriale. Il triangolino alla destra dell'icona dello strumento ci informa che sono disponibili scelte multiple. Per visualizzare queste opzioni, tenete premuto il tasto sinistro del mouse sull'icona, finché non compare il menu raffigurato qui di seguito.

[Selezione dello strumento mano libera]

Assicuratevi che lo strumento attivato sia il primo da sinistra – sostandovi sopra con il mouse comparirà la scritta strumento mano libera - e controllate anche che l'immagine bitmap con la scritta UNICEF non sia selezionata: ciò è importante, perché altrimenti cliccando sul marchio si avvierebbe l'opzione di autotracciamento di CorelDRAW, che porta in genere a risultati scadenti e non sarà trattata nel corso di questa guida. Se la bitmap è selezionata (è circondata cioè da otto quadratini neri), deselezionatela, facendo clic in un punto della pagina bianca lontano dal marchio, prima di attivare lo strumento mano libera.

Ora, partendo dall'angolo superiore sinistro della lettera U cominciate a tracciarne il perimetro con lo strumento mano libera. Si procede in questo modo: clic con il tasto sinistro per iniziare, poi doppio clic per ogni nuovo nodo (ovvero punto di svolta) che aggiungerete. Lasciate il massimo spazio possibile tra due nodi posti sulla stessa linea retta, lasciate invece poco spazio – come nell'immagine sotto riprodotta – tra i nodi posti sui bordi curvi della U. Chiudete il perimetro che avete disegnato facendo un solo clic sul nodo di partenza. Per assicurarvi che la figura appena realizzata sia effettivamente chiusa, applicate un riempimento. Potete farlo, cliccando con il tasto sinistro del mouse su uno qualsiasi dei campioni di colore presenti nella tavolozza posta lungo il lato destro della finestra del programma. La U da voi disegnata dovrà apparire riempita con il colore che avrete selezionato.

Una volta accertativi in tal modo che la figura è chiusa, eliminate il riempimento provvisorio, cliccando con il tasto sinistro sulla casella con la X: è la prima a partire dall'alto della tavolozza dei colori. Intanto, se non lo avete già fatto prima, attribuite al perimetro disegnato intorno alla U il colore giallo, come nell'esempio riportato in figura, colore che vi consentirà – per contrasto con il blu del marchio - di vedere bene le parti che disegnerete. Per rendere giallo il contorno, assicuratevi che il perimetro appena tracciato sia selezionato e fate clic con il tasto destro del mouse sul campione giallo della tavolozza dei colori. Per far sì poi che ogni oggetto vettoriale che traccerete da ora in avanti abbia le linee di contorno di questo colore, fate clic destro sul campione giallo della tavolozza mentre nessun oggetto è selezionato. Si aprirà una finestra di dialogo. Controllate che in essa sia presente un segno di spunta accanto alla voce Grafica e quindi fate clic su OK oppure premete INVIO.

[Tracciamento vettoriale della U di UNICEF]

A questo punto, spostiamo la lettera N al centro dell'area di lavoro (non preoccupatevi del fatto che il perimetro intorno alla U sia rimasto spigoloso nelle parti che avrebbero dovuto essere curve: lo ammorbidiremo solo alla fine).

Per tracciare la N utilizzeremo un nuovo attrezzo di Corel: lo strumento Bezier. Dopo esservi familiarizzati con il suo uso, potrete scegliere se continuare ad utilizzarlo anche per il resto del lavoro oppure se ritornare allo strumento mano libera: la scelta è in questo caso una questione di preferenza individuale, perché entrambi gli strumenti consentono di eseguire correttamente le operazioni descritte in questa guida.

Per selezionare lo strumento Bezier, visualizzate nuovamente – tenendo premuto il tasto sinistro del mouse sullo strumento mano libera - il relativo menu a scomparsa e selezionate il secondo pulsante da sinistra, come nell'immagine qui di seguito. Sostandovi sopra con il mouse, comparirà la scritta strumento Bezier.

[Selezione dello strumento Bezier]

Ciò fatto, posizionatevi sul bordo superiore sinistro della lettera N di UNICEF e fate un solo clic, come già fatto per iniziare il tracciamento della lettera U. Disegnate ora il perimetro della N con il procedimento già appreso per la U (massimo intervallo per le parti rettilinee, piccoli intervalli per le parti curve), con la differenza, però, che ad ogni nodo successivo al primo farete un unico clic invece di due. Lo strumento Bezier differisce dallo strumento mano libera non solo perché i segmenti si tracciano con un solo clic, ma anche perché non vedrete il segmento che state disegnando, se non dopo aver fatto clic e depositato così sulla pagina il nodo che chiude quel segmento ed apre il successivo. Invece lo strumento mano libera, consentendovi di vedere e di spostare sulla pagina il segmento che esce dal nodo precedente, vi permette di posizionare con maggiore controllo visuale i nodi successivi.

[Tracciamento della lettera N]

Dopo aver collocato i nodi lungo tutto il perimetro della N, chiudete infine la figura, facendo clic sinistro sul nodo di partenza. Fate attenzione, utilizzando lo strumento Bezier, a fare clic ogni volta in modo secco e pulito, senza trascinare il cursore intorno. Trascinandolo, infatti, creereste una linea curva, il che ci porterebbe a complicazioni che non è il caso di affrontare per il momento.

*Leggi: Usiamo sempre la soluzione più semplice
*Vai a: Diodati.org > Guide, articoli, scritti > La vettorializzazione di un marchio...
*Scrivi: info@diodati.org
*Ultima modifica: 15/7/2004 ore 14:29